Ars Canusina: ceramica e ricamo

Descrizione

“Fu una malata, di nome Zaira, abile ricamatrice, che trovò il modo di dare rilievo ai motivi canusini, ideando un punto, che può ricordarne altri, ma ha una metodica originale di esecuzione e dà effetti ben intonati ai disegni” (Maria Bertolani del Rio)

Non sono solo ricami per tessili artistici i manufatti dell’Ars Canusina, realizzati dal 1930, sono anche ceramiche e altro. Il progetto, ideato dal medico Maria Bertolani del Rio, mira al recupero sociale delle disabilità infantile dei ragazzi (dai 5 ai 16 anni) ospiti della colonia scuola istituita nel 1921 all’interno dell’ospedale psichiatrico, attraverso l’apprendimento di un artigianato artistico con applicazioni diverse. La pediatra reggiana attua il suo progetto facendo attenzione alle tradizioni locali e recuperando un repertorio iconografico ripreso da motivi ornamentali romanici presenti in antichi borghi, castelli, pievi della zona e dagli evangelari matildici, il tutto semplificato e adattato al gusto Decò degli anni Trenta del Novecento.

Foto di Andrea Scardova