Bagnacavallo

Descrizione

Bagnacavallo è una città d’arte che conserva ancora l’originale borgo medievale e si sviluppa sinuosa con strade con portici, antichi palazzi nobiliari e chiese, nell’entroterra vicino a Ravenna, il mare Adriatico e l’Appennino romagnolo. La Piazza Nuova, ovale e porticata, costruita nel 1758 per il mercato di carne, pesce e olio, e la Pieve di San Pietro in Sylvis, edificata nel VII secolo durante l’Esarcato bizantino, sono i monumenti più famosi di Bagnacavallo. Nella chiesa si conservano affreschi del Trecento della Scuola riminese di Giotto, in particolare la Madonna, dal profilo dantesco, ha suggerito l’ipotesi di un passaggio di Dante per questo centro.

Enzo Morelli ha lasciato affettuosa memoria figurativa del suo luogo natio, sintetizzando con stile verista e poesia l’atmosfera silente del paese nei suoi dipinti di esordio, all’inizio degli anni Quaranta del Novecento.