Dentro una cucina del Seicento

Descrizione

Nel dipinto attribuito a Joseph Heintz il Giovane, “Interno di cucina”, è rappresentata una vasta cucina – dispensa formata da più ambienti tra loro comunicanti. La ricchezza di quanto contenuto nelle stanze esageratamente dilatate documenta aspetti, struttura e organizzazione di una cucina del Seicento seppure in modo quasi surreale, con suppellettili in fila su monumentali piattaie: ceramiche, terraglie e rami e quelle che si possono definire nature morte con figure che richiamano la tradizione nordica.

In primo piano una giovane domestica e il suo aiutante sono intenti a spennare dei volatili; alle loro spalle, un tavolo su cui sono ammassati un grosso pezzo di parmigiano, dei piccioni, un tacchino e verdure di diverso genere. Una serva di spalle versa del vino in una tazza al garzone che le consegna una tavolata di funghi e che la ricambia con un sorriso ammiccante e un po’ lascivo, riferimento forse al fatto che i funghi erano (e sono) ritenuti un alimento afrodisiaco. Poco oltre sulla sinistra una sguattera dall’aria ebete è intenta a rigovernare i piatti. Lì accanto un cagnolino e alcuni secchi pieni d’acqua.

Foto di Antonio Guerra.