Fiori e frutti sui piatti di Parma

Descrizione

Piatti e piattini, alzate, crespine e compostiere caratterizzati da motivi decorativi eleganti erano presenti nei corredi ceramici delle tavole aristocratiche della città. L’esposizione di pregevoli oggetti testimonia il gusto diffuso presso la nobiltà di Parma tra il Settecento e l’Ottocento. Due grandi piatti presentano al centro un’Annunciazione contornata da motivi vegetali stilizzati, a ciuffi sulla tesa o a far da quinta alla scena sul resto.

Vi sono grandi piatti dal profilo mistilineo con il decoro in monocromia blu al centro e “a merletto” sulla tesa, ispirati a modelli francesi, un altro ovale presenta tralci fogliati e grappoli d’uva. Altri pezzi presentano il motivo “a castelletto” dove decori policromi o a monocromo: ciuffi e steli fogliati e fioriti contornano torri stilizzate e palazzotti.

In uno di questi la decorazione del castelletto è in un medaglione al posto al centro, lo contorna una larga fascia a spugnature a manganese e bande oblique. In altri i motivi vegetali sparsi contornano eleganti e sinuosi volatili o grosse farfalle dalle ali spiegate. L’ambito produttivo delle ceramiche presentate è per la maggior parte lombardo o faentino.