Museo Casa Natale di Arturo Toscanini – Foto storiche

Descrizione

Dopo gli studi alla Regia scuola di Musica di Parma e al Conservatorio di Milano Toscanini è dapprima violoncellista. La folgorante carriera di direttore ha inizio nel 1886 in Brasile, dove viene invitato a sostituire il direttore d’orchestra che aveva abbandonato il podio e dove dirige a memoria, appena diciannovenne, l’Aida di Verdi. Si afferma quindi nei maggiori teatri europei e americani, iniziando nel 1898 il suo rapporto trentennale con il Teatro alla Scala. Direttore al Metropolitan di New York dal 1908, vi rimane fino al 1915, anno del ritorno in Italia. Nel 1928 diventa direttore principale dell’Orchestra Filarmonica di New York. Antifascista convinto, nel 1931, a Bologna, Toscanini è schiaffeggiato da alcuni facinorosi per essersi rifiutato di dirigere l’inno fascista. Emigra quindi negli Stati Uniti. Nel ’36 inaugura in Israele la neonata Orchestra di Palestina. Nel ’37 la RCA crea per lui a New York un’orchestra destinata a trasmissioni radiofoniche, con le quali le sue interpretazioni attraversano il mondo. Nel 1946 Toscanini rientra in Italia per dirigere il concerto inaugurale della Scala ricostruita dopo i bombardamenti. Seguono molti impegni e progetti, ma la salute precaria lo costringe a lunghi periodi di riposo. Muore il 16 gennaio 1957 nella sua villa di Riverdale, presso New York.