La famiglia e la corte colonica

Descrizione

Il museo della civiltà contadina “Villa Smeraldi” rappresenta sapientemente la pianura dei mezzadri, dei braccianti delle valli e delle risaie tra metà Settecento e Novecento, a cavallo tra le province di Bologna e Ferrara. Si illustrano, quindi, le colture, l’allevamento e le attività di artigianato rurale che ruotavano attorno alla corte colonica del mezzadro.

Le corti coloniche erano composte da una serie di edifici che davano ricovero agli uomini, (la casa) e agli animali: la stalla-fienile e il forno-pollaio-porcile. Le unità lavorative di base dei poderi erano proprio le grandi famiglie mezzadrili.

Foto di Fabrizio Dell’Aquila.