Lini “alla Perugina”

Descrizione

Drappi di lino decorati ‘alla perugina’ sono rilevabili sia nella pittura che nella miniatura fin dal Trecento. Questi teli potevano essere usati, oltre che come tovaglia, anche come asciugamani, o indossati ‘a spalla’ come una stola. Tra il tardo Medioevo e il Rinascimento, tessuti di questo tipo erano in uso soprattutto presso i ceti più elevati e colti. Il ricercato repertorio decorativo, tratto da motivi provenienti dall’Oriente, fa riferimento alla simbologia della vita e all’eterna lotta tra il bene e il male.

I tessuti presentano una decorazione a bande orizzontali, ognuna con motivi diversi in lino o in cotone di colore blu indaco che si alternano a bande semplici e bianche. Nella prima tovaglia la banda principale presenta dei cervi affrontati al lato di un fiore, sulle altre bande vi sono uccelli affrontati e, nella banda più stretta, un ramo, forse di vite, ad andamento sinusoidale. Nelle altre tovaglie troviamo figure di guerrieri con scudo e spada, motivi geometrici, corolle e uccelli alternati a gigli.

Foto Orselli.