Rivivere la preistoria

Descrizione

Il Parco archeologico di Travo organizza ogni anno una “giornata preistorica”, basata sulla messa in scena della vita quotidiana del villaggio, della preparazione del cibo, delle tecnologie, in cui archeotecnici e rievocatori lavorano fianco a fianco. La rievocazione storica e l’archeologia ricostruttiva sono ormai strumenti consueti di comunicazione del passato, sempre più adottati da musei e parchi archeologici nella convinzione che una rivisitazione temporale immersiva o la riproduzione di antiche quotidianità favorisca con immediatezza la comprensione e l’interpretazione di aspetti ed elementi dell’antichità che la semplice esibizione di reperti e di resti archeologici non potrebbe assicurare. Proporre vicende o situazioni di epoche passate, ripercorrere le diverse fasi di un ciclo di lavorazione, costruire repliche di reperti e sperimentarne la funzione, rievocare episodi storici realmente accaduti oppure “sceneggiare” generici momenti di vita o descrivere – attraverso quadri viventi – usi e costumi di remote civiltà, sono solo alcune delle molte possibilità che le tecniche di “historical reenactement” (presentazione interattiva che cerca di dare agli osservatori la sensazione di tornare indietro nel tempo), “living history” (storia vivente) e “museum theatre” (uso di tecniche teatrali in un museo) offrono al pubblico non solo per rivivere il passato, ma anche per sperimentarlo in prima persona, ritrovare gesti dimenticati, coinvolgere tutti i sensi.