Villa Verdi

Descrizione

Villa Verdi sorge nella pianura padana al confine tra le province di Parma e Piacenza, nella frazione diSant’agata di Villanova sull’Arda. Giuseppe Verdi la acquista nel 1848 insieme alla vasta proprietà che la contiene e vi si trasferisce nel 1851 insieme alla seconda moglie, la soprano Giuseppina Strepponi, dopo averne seguito personalmente la ristrutturazione e l’ampliamento.
La Villa, di proprietà degli eredi del Maestro, è oggi parzialmente aperta al pubblico. Il percorso di visita si sviluppa al pianterreno e comprende, oltre a una raccolta di documenti, fotografie e copie di opere verdiane, alcune stanze e alcuni arredi originali: tra questi la stanza e lo spogliatoio di Giuseppina Strepponi e lo studio del Maestro, ma anche l’arredo della camera del Grand Hotel et de Milan in cui Verdi muore il 27 gennaio 1901.
Anche il vasto parco circostante merita una visita: Verdi lo progetta personalmente secondo un criterio scenografico in voga ai suoi tempi, curando l’acquisto di alberi e arbusti spesso rari e vi fa costruire una ghiacciaia, una grotta e un piccolo lago artificiale.