Biblioteca Classense – Ravenna

via Baccarini, 3

48121 Ravenna

0544 482112

Manoscritti, incisioni, opere a stampa, antiche e moderne, e ancora documenti d’archivio, mappe, fotografie, materiale multimediale: la Biblioteca Classense ospita un patrimonio librario stimato in circa 800.000 unità bibliografiche. La varietà dei materiali è il riflesso della “doppia anima” di questa istituzione: da un lato biblioteca storica e di conservazione, dall’altro biblioteca di pubblica lettura.

L’edificio viene edificato dal 1512 ad uso dei monaci camaldolesi; successivi ampliamenti e abbellimenti, cui lavorano i maggiori artisti ravennati del tempo, ne fanno una delle maggiori abbazie dell’ordine. Il grande refettorio al pianterreno è adorno di vetrate, arredi lignei e dipinti, tra cui l’importante affresco di Luca Longhi Nozze di Cana: lo spazio è ora dedicato alle letture dantesche.

Si segnalano, inoltre, la seicentesca chiesa di San Romualdo, con gli affreschi di Giovanni Battista Barbiani e Cesare Pronti, adibita a sede museale; la Sala Muratori, ora spazio conferenze, e la Libreria, voluta tra Sei e Settecento dall’abate Pietro Canneti, ricca di statue, stucchi e di scansie finemente intagliate e decorata da affreschi e dipinti di Francesco Mancini.