Attrezzi e tecnologie del mondo rurale

Il territorio della regione, che va dalla pianura all’Adriatico, attraverso il Po e l’Appennino, non è mai stato molto benevolo per il clima, la fertilità dei suoli e la sistemazione idrica: le difficoltà, però, hanno da sempre stimolato l’ingegno, la creatività e la capacità imprenditoriale delle genti dell’Emilia-Romagna.

Il percorso “Attrezzi e tecnologie del mondo rurale” racconta questa storia: la racconta attraverso prodotti alimentari, come il prosciutto di Langhirano e l’aceto balsamico tradizionale, e attraverso antichi mestieri e tradizioni illustrate dai musei del mondo rurale.

Visitare questi musei significa poter capire l’evoluzione sociale ed economica dell’Emilia-Romagna, che da regione eminentemente agricola e artigianale si è trasformata in una regione a forte vocazione industriale tra le più avanzate in Europa, una regione con una riconosciuta leadership in alcuni settori e con autentiche punte di eccellenza.

Come la nostra regione ha una forte propensione all’innovazione e all’eccellenza, così i suoi musei, che nel narrare questa storia di produzione attenta all’innovazione e all’eccellenza, lavorano anch’essi puntando sulla qualità dei servizi ai visitatori, qualità attestata dalla Regione attraverso un il logo “Museo di Qualità”.